Slow Food premia Varese Ligure

 

Slow Food è una Associazione nata nel 1986 per iniziativa di Carlo Petrini, con il proposito di difendere e salvaguardare le cucine locali tradizionali in contrapposizione alla marcia trionfale che in quegli anni accompagnava la diffusione della nouvelle cousine e del fast-food.Citando alcune fonti, possiamo sintetizzare che: “Slow Food significa dare la giusta importanza al piacere legato al cibo, godere della diversità delle ricette e dei sapori…promuovere il diritto a vivere il pasto e l’enogastronomia riconoscendogli dignità culturale…difendere le tradizioni dei prodotti e delle ricette di ogni parte del mondo ”

Assume quindi particolare rilevanza il fatto che questa importante Associazione abbia voluto, nella sua guida annuale giunta al suo ventennale  “Osterie d’Italia 2010”, attribuire una particolare attenzione al Comune di Varese Ligure.

All’Albergo Ristorante “gli Amici”, essa ha, infatti, attribuito il simbolo della “Chiocciola” che significa il massimo riconoscimento nella guida per quanto concerne il livello della qualità dell’ambiente, della cucina, dell’accoglienza che il locale presenta in sintonia con la filosofia di Slow Food.

Riconoscimento dunque alla cura ed alla coerenza nel proporre una genuina cucina tradizionale della zona, alla propria clientela.

Il locale è gestito da generazioni dalla famiglia Marcone, a cui appartiene l’attuale Sindaco Comunale, neo-eletta per il secondo mandato, Signora Michela, fra i principali propulsori della scelta di una politica eco-biologica che il Comune di Varese Ligure ha assunto da anni.

Una citazione, come locale “novità” della guida, è riservata poi al Ristorante “La Taverna del Gallo Nero” – dal nome di una varietà avicola della zona che rientra nel menù del locale”, sito nella piazza principale del Comune, invenzione relativamente recente della titolare Stefania Pezzi, che ha saputo portare il locale all’attenzione dei buongustai in pochi anni. Il locale è ora gestito in cucina da Luigi Pantano, coadiuvato elegantemente in sala dall’esotica Signora Diaz.

Riteniamo sia utile segnalare tali riconoscimenti e ringraziare i titolari dei locali citati per il prestigio che con ciò essi fanno arrivare al Comune di Varese Ligure ed a tutta la Val di Vara.

Tali riconoscimenti, rappresentano altresì un positivo richiamo per un flusso turistico che non è limitato alla stagione estiva. Auspichiamo che tali segnalazioni siano dunque sempre più numerose e prestigiose.

In altro articolo, si fa riferimento ad una ricerca che Butocultur@ intende fare nel mondo delle vecchie e tradizionali ricette della zona, auspicando di trovarne numerose con caratteristiche autoctone.

Sarebbe bello che a tale ricerca partecipassero in particolare i ristoranti della zona. Segnalando le ricette con tali caratteristiche, attualmente presenti nel loro menù o facendosi attori nella proposizione alla propria clientela, di ricette che saranno diffuse da Butocultur@ sul proprio sito www.buto.it o in altra forma.

Butocultur@

 

 
 
  Buto di Varese Ligure (SP) - Italia                                                                                                         Buto Cultur@