ButoCultur@ ricorda Angela Gotelli

 

Nel giorno dedicato alle donne l’associazione ButoCultur@, su impulso dell’Avv. Prof. Daniele Granara, ricorda l’on. Angela Gotelli, una delle figure femminili più importanti del Novecento, che combatté varie battaglie politiche per ottenere le pari opportunità tra donne e uomini nel lavoro, nello studio, nella politica.

Angela, nata centodieci anni fa ad Albareto da padre originario di Teviggio di Varese Ligure, studiò al Liceo della Spezia, si laureò giovanissima in Lettere Antiche a Genova, insegnò al ginnasio a Trieste, divenne presidentessa della FUCI (Federazione Universitari Cattolici Italiani). Durante la guerra come crocerossina prestò assistenza a Brindisi ai militari italiani feriti nella campagna di Grecia. Nel periodo della Resistenza, tornata ad Albareto, si impegnò nello scambio di prigionieri evitando cruente rappresaglie contro i civili. Il suo palazzo di Porciorasco fu concesso in uso ai partigiani e divenne sede del comando partigiano della IV zona.

Dopo la guerra fu eletta, nella circoscrizione ligure, all’Assemblea Costituente nelle fila della Democrazia Cristiana (che aveva contribuito a fondare), una delle ventuno donne elette e poi fu chiamata, con altre quattro donne, alla formazione della Costituzione nel “gruppo dei settantacinque”. Fu eletta nelle tre legislature seguenti, fu sindaco di Albareto e poi Presidente dell’OMNI (Opera Nazionale Maternità ed Infanzia).

Angela Gotelli restò legata al suo paese e all’Alta Val di Vara e si mostrò sempre assai sensibile ai problemi delle popolazioni locali. Morì a novantun anni nel 1996.
Il Convegno si terrà il prossimo 8 marzo alle ore 15,30 nel salone del Castello dei Fieschi di Varese Ligure e tutti possono partecipare.
 

  

 

 

 
 
  Buto di Varese Ligure (SP) - Italia                                                                                                         Buto Cultur@