ButoCultur@ rimedia ad una “magra” del Comune di Varese Ligure
e salva il finale del 13° Festival Paganiniano

 

Quest’anno si è tenuta la 13^ edizioni del Festival Paganiniano, l’ormai famoso festival “itinerante” di concerti, in onore del grande musicista Genovese, Nicolò Paganini, le cui origini sono anche del Comune di Carro. L’avvenimento è ormai diventato un appuntamento consueto ed atteso, nel panorama delle manifestazioni artistiche della Provincia de La Spezia ed in particolare dell’Alta Val di Vara.

Tradizionalmente, una delle tappe del festival era ospitata e supportata dal Comune di Varese Ligure. Numerosi sono stati i concerti suonati in quel di Porciorasco ed ultimamente tenuti nello speciale scenario di Piazza Fieschi.

Anche quest’anno, il programma del festival prevedeva una serata in Varese Ligure il 13 agosto. Inopinatamente, tale appuntamento veniva a rischio di eliminazione, perché il Comune, in prossimità della data prevista, ha fatto mancare la propria sponsorizzazione (sembra che la motivazione sia stata :”…è uno spettacolo che non interessa Varese….”, alla faccia della sbandierata attenzione alla cultura quale promozione del turismo).

Ora, sorvolando sulla motivazione, indicativa ( se vera), di un preoccupante livello di sensibilità artistico-culturale, è noto che un programma di tale dimensione e portata, che coinvolge artisti di chiara e chiarissima fama anche internazionali, non si improvvisa in pochi giorni, ma si prepara mesi e mesi prima se non, addirittura, di anno in anno.

Un rifiuto dell’ultimo momento (ed un mese o poco più, è un ultimo momento), può mettere a rischio lo svolgersi dell’evento e comunque può comportare ritorni negativi, economici e d’immagine, per gli organizzatori e per il nome stesso dello spettacolo.

Fortunatamente, è stata coinvolta ButoCultur@ che, immediatamente, intuendo il ritorno negativo anche nei confronti del nostro Comune nel mondo dell’arte in generale, ha manifestato la propria disponibilità a sostituire il ruolo del Comune di Varese L. per la serata prevista a suo carico, assicurando il contributo con il concorso di membri di ButoCultur@ e di spicco della comunità Varesina.

Interpellata la Confraternita dei SS. Antonio e Rocco, che altrettanto prontamente ha risposto positivamente ( ed alla quale è stato riconosciuto un piccolo ma simbolico contributo), si è individuata nell’Oratorio di Varese Ligure il luogo più idoneo ad ospitare il concerto del Duo violoncello e pianoforte, rispettivamente animati dal maestro del Carlo Felice di Genova, Giulio Glavina e dal maestro Massimo Anfossi.

Il successo è stato assoluto. Il pubblico, numeroso (al limite della capienza della sala), entusiasta ed emotivamente coinvolto, sia dalla bravura degli artisti, sia dalla bellezza della location. Un peccato, veramente un peccato, non valorizzarla, non farla adeguatamente conoscere ai “foresti”, non sfruttarla al meglio, anche per concorrere a rifondere il debito che la Confraternita ha assunto per la sua ristrutturazione riportandolo alla antica bellezza (almeno in buona parte). Numerosi ed insistenti gli applausi alla fine di ogni pièce, sino a produrre un simpatico, anticonvenzionale bis da parte del Duo.

Che dire? Sperare nel ravvedimento degli amministratori Comunali? Vedere un loro preciso impegno a sostenere certe iniziative che portano lontano il nome di Varese Ligure e richiamano visitatori e quindi businnes ( la nuova vicenda del “biological” è scoraggiante)? “Spes ultima dea!” Ma…. “Dum spiro, spero!!!!"

Per tornare all’Oratorio, splendido gioiello architettonico e artistico, che fortunatamente Varese L. ospita, speriamo venga raccolto e si realizzi, il suggerimento di ButoCultur@ affinchè venga utilizzato al massimo per occasioni simili o analoghe, per la sua valorizzazione, diffusione mediatica e reperimento di fondi utili a trasmetterlo al meglio alle future generazioni. ButoCultur@, ne sono certo, farà quanto in suo potere.

N.B. per ulteriori informazioni, leggere il comunicato stampa della Società dei Concerti ONLUS, in occasione dell’evento. CLICCA QUI

Vedi articolo sulla Gazzetta Della Spezia CLICCA QUI

 

ButoCultur@       

 

 

 
 
  Buto di Varese Ligure (SP) - Italia                                                                                                         Buto Cultur@