Un cardinale a Teviggio di Varese Ligure

 

 

 

Domenica 15 luglio 2018, il cardinale Antonio Maria Vegliò, Presidente emerito del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti è stato accolto a Teviggio dal vescovo della Spezia, monsignor Luigi Ernesto Palletti, dal parroco don Mario Perinetti e da numerose persone che hanno voluto manifestare la propria fede verso la Beata Vergine di Caravaggio.

Alle 17, il cardinale ha presieduto, nella chiesa-santuario di Teviggio, la messa pontificale con l’incoronazione della statua della Madonna in occasione del trecentesimo anniversario del suo arrivo in parrocchia.

Nel Settecento la devozione che gli abitanti di Teviggio mostrarono nei confronti della Madonna di Caravaggio si espresse nell’acquisto della statua, avvenuto nel 1718, nella costruzione di un altare per l’esposizione della stessa e nella costituzione di una Confraternita dedicata proprio alla Beata Vergine di Caravaggio.

Per culto i fedeli prendevano l’acqua che scorreva sotto all’altare e affluivano in gran numero in occasione della festa del 26 maggio. Ora, dopo trecento anni, permane intatta la devozione verso la Madonna e i fedeli accorrono, come un tempo, a pregarla in questo tempio creato e mantenuto in perfette condizioni grazie alla generosità dei parrocchiani.

Il cardinale, nella propria omelia, si è soffermato sulla pietà mariana che si manifesta soprattutto attraverso la recita del Rosario e ha osservato come le attestazioni di fede che si sono avute nei secoli in questo santuario sono testimonianza viva di affidamento a Maria, madre benigna e pia. Moltissimi sono stati i fedeli che hanno assistito alla santa messa, assieme alle autorità civili e molte le confraternite che hanno partecipato alla cerimonia.  

 

 
 
 
 

 

 
 
  Buto di Varese Ligure (SP) - Italia                                                                                                         Buto Cultur@